Home Guide Swing trading: significato, strategie, caratteristiche

Swing trading: significato, strategie, caratteristiche

Swing trading
Fonte: Unsplash

Se da qualche tempo ti aggiri nel mondo del trading online, ti sarà capitato più volte di sentir parlare di swing trading. Nonostante tutto però, una domanda continua a riecheggiare nei tuoi pensieri: che cos’è lo swing trading?

Se la situazione che abbiamo appena descritto ti è familiare, continua a leggere questo articolo nel quale faremo del nostro meglio per esporti nel dettaglio questa particolare tecnica di trading che può aiutarti se desideri ottenere profitti non altissimi, ma costanti nel tempo.

Per fare una breve introduzione, possiamo dire che lo swing è una tecnica d’investimento con la quale è possibile aprire posizioni all’interno di un determinato mercato (prevalentemente Forex) e di chiuderle nel giro di qualche giornata di trading. Il tutto avviene, seguendo le oscillazioni dei prezzi in base al sentimento che regola il mercato.

Non ci stancheremo mai di ripetere quanto sia fondamentale la formazione nel settore del trading online, per cui se hai deciso di provare lo swing trading dovrai studiare un po’ e comprenderne i meccanismi.

Tanti broker offrono risorse formative davvero efficaci e interessanti e addirittura eToro (clicca qui per scoprirle) ti dà modo di fare swintgtrading anche se non sei ancora esperto. Come? Copiando, letteralmente, le operazioni effettuate da trader più avanzati.

Ma di questo parleremo più avanti. Nel frattempo, ecco una breve istantanea sui broker più validi del mercato.

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Swing trading: significato

Il termine inglese “swing” è traducibile in italiano con il verbo “oscillare”. E in effetti, è proprio sulle oscillazioni di mercato che si basa questa tecnica di trading. In pratica, i trader iniziano osservando un grafico dal quale cercano di localizzare queste tendenze e oscillazioni ricorrendo all’uso di vari strumenti dell’analisi tecnica.

Una volta riscontrate le oscillazioni, è possibile comprendere il momento giusto per aprire e chiudere un’operazione. Generalmente i periodi di apertura delle operazioni non superano i sette giorni ma in alcuni casi possono raggiungere una durata di qualche settimana. Ad ogni modo, per potersi definire dei veri swing trader, è necessario mantenere le posizioni aperte per almeno più di un giorno.

In sostanza, chi mette in atto la tecnica di cui stiamo parlando, analizza un grafico di un certo asset, ne rileva la tendenza principale, apre una posizione e la mantiene per un po’, traendone vantaggio per tutta la durata del trend e seguendone le oscillazioni prima che si verifichi un’inversione.

Generalmente, si tratta di un metodo che viene applicato al forex trading per la sua alta liquidità, ma funziona anche sugli altri mercati. In questo articolo, ci concentreremo sulla tecnica applicata nel forex ma se vuoi conoscere anche altre tipologie di trading valide, leggi a nostra guida in cui ti esponiamo metodologie e idee di trading.

Swing trading: profitti e perdite

Grazie a questo tipo di trading è possibile ottenere profitti bassi ma costanti. E non concentrarti sul termine “bassi”, piuttosto soffermati sul concetto di “profitti costanti”. In fin dei conti, è la somma che fa il risultato e se ci pensi è molto più sicuro raggiungere un profitto graduale che immediato. Questo perché un investimento che punta a un profitto immediato potrebbe nascondere anche una perdita repentina, mentre in un contesto di profitto graduale anche le perdite arriverebbero in misura ridotta e progressiva.

Come vedi, negli investimenti bisogna considerare anche i possibili scenari negativi. Una perdita importante può costringerti ad abbandonare definitivamente la tua attività di trader, mentre una perdita meno ingente può servirti per ragionare su quelli che possono essere stati i tuoi errori ed evitare di ripeterli in futuro, senza conseguenze spiacevoli.

Dato che con lo swing si può approfittare del lungo termine e può essere messo in atto anche con un capitale basso, potrebbe rivelarsi l’ideale per chi desidera operare con importi non troppo elevati. Inizia decidendo su quale coppia di valute investire e poi assicurati della presenza o meno di commissioni o altre spese.

Swing trading
Fonte: Pikist

Naturalmente, commissioni e spese vanno valutate in base al profitto previsto. Se il tuo ideale è quello di raggiungere un profitto di 50 e le commissioni ammontano al 50%, il tuo investimento renderà ben poco. Ecco perché, prima ancora di iniziare con lo swing trading, dovresti cercare un intermediario in grado di offrirti servizi di trading privi di commissioni. Uno di questi è eToro ma ce ne sono anche tanti altri.

Swing trading: strategie

Se sei un lettore assiduo del nostro sito o comunque una persona che ne sa qualcosa di trading, sarai al corrente dell’importanza della strategia in questo campo. Se invece non ne sai molto, sei curioso e vorresti apprendere di più su questo argomento, potresti intanto leggere la nostra guida sulle strategie di forex trading.

Nello swing trading, così come nel settore degli investimenti in generale, occorre avere sempre una strategia per la gestione del rischio, così da comprendere quando è necessario chiudere una posizione. Abbiamo parlato del fatto che si può partire da investimenti bassi e procedere gradualmente. Così facendo, è possibile ridurre anche le perdite.

Ma ecco di seguito quella che potremmo definire una tipica routine di swing trading con gestione del rischio:

  • Prendiamo un grafico orario (di una coppia di valute per esempio)
  • Identifichiamo un indicatore per analizzare il grafico, come ad esempio quello della media mobile (MA)
  • Nel momento in cui la media mobile a breve termine incontrerà quella a lungo termine il prezzo cambierà e avremo un segnale d’ingresso.
  • Se la tendenza che ha determinato il segnale è duratura apriremo una posizione.
  • La posizione aperta seguirà l’oscillazione dei prezzi che si estenderà su più giornate di mercato.
  • A questo punto, possiamo usare gli strumenti noti col nome di Stop Loss e Take Profit per automatizzare eventuali chiusure nel caso in cui si verifichino inversioni.

Ecco un grafico d’esempio che trovi sul sito di IQ Option.

swing trading
Fonte: IQ Option
Se l'idea di diventare uno swing trader inizia a piacerti, apri un conto con IQ Option e provalo subito cliccando qui!

Swing trading: pro e contro

Ora che abbiamo chiarito cos’è lo swing trading, è il momento di soffermarci su quelli che sono i pro e i contro di questa modalità di investimento. Prima di fornirti il nostro punto di vista in merito però, ne approfittiamo per ricordarti che il trading online avviene per mezzo di CFD (contratti per differenza, qui ti spieghiamo nel dettaglio di cosa si tratta) che possono essere strumenti finanziari tanto innovativi, quanto rischiosi.

I contratti per differenza infatti, si basano sulla leva finanziaria e quindi sono in grado di farti ottenere ottimi profitti ma anche perdite sostanziose. Questa è la ragione per cui ti raccomandiamo sempre la massima cautela e di non investire mai più di quanto non possa permetterti di perdere.

Ma ora, torniamo alle peculiarità per cui dovremmo provare lo swing trading, forex e non.

I pro dello swingtrading

Il primo punto a favore dello swing trading è sicuramente il fatto che si può partire da investimenti minimi e che i suoi profitti, qualora dovessero essercene, saranno costanti. Non vogliamo essere negativi, ma non dimentichiamo neanche per un attimo i rischi del trading in generale.

Detto ciò, dobbiamo aggiungere che il fatto che le tempistiche siano un po’ più lunghe rispetto al consueto trading intraday (se non sai di che si tratta leggi il nostro articolo qui) rende ben inferiore l’impatto dello stress sulla tua attività d’investimento. Gli investimenti seguono un andamento meno intenso e quindi è possibile seguirli in maniera più rilassata.

Altro vantaggio dello swing trading è anche il fatto che è una tipologia di investimento ideale per i principianti dato che non bisogna far altro che tenere aperte le strategie per qualche giorno e si può ricorrere a stop loss e take profit per non incorrere in sorprese poco gradite.

I contro dello swingtrading

Per iniziare, dobbiamo dire che il primo svantaggio dello swingtrading consiste, come per tutti i tipi di investimento, nella possibilità di perdere i tuoi fondi. Sebbene questa sia una problematica aggirabile con lo studio e un’ottima strategia, non potevamo non segnalarla. Purtroppo, la natura degli investimenti resta complessa e rischiosa, anche quando ci sono di mezzo di i CFD, quindi è bene avere sempre a mente questo dettaglio.

In secondo luogo, è necessario citare la difficoltà che si può incontrare nella comprensione di questa tecnica. Non è difficile da capire, ma potrebbe volerci un po’ di tempo. Per giunta, chi fa swing trading potrebbe non riuscire a diversificare di molto il proprio portfolio.

Swing trading: da dove iniziare

Quando si ha un broker di riferimento, la strada del trading è senza dubbio meno insidiosa, anche in assenza di esperienze precedenti. Se ancora non hai idea di quale intermediario possa fare al caso tuo per iniziare a investire con lo swing trading, abbiamo pensato di proporti di seguito una breve selezione di quelli che a nostro avviso sono i più validi. Vediamoli insieme uno ad uno.

swing trading
Fonte: Unsplash

Swing trading con eToro

Una piattaforma all’avanguardia come eToro ti dà la possibilità di fare qualsiasi tipo di trading, compreso quello in modalità swing e indipendentemente dal tuo livello di esperienza.

Certo, l’esperienza e la formazione sono elementi fondamentali per riuscire negli investimenti ma questo broker ha trovato un modo efficiente e valido per aggirare il problema, unendo in un certo senso l’utile al dilettevole. Con il Copy Trading di eToro infatti, il trader ha la possibilità di copiare le operazioni di investitori più avanzati facendo operazioni di un certo livello e, nel contempo, imparando anche i fondamentali di mercato direttamente sul campo.

Hai già un account su eToro? Se la risposta è no, clicca su questo link e registrati subito gratis!

Swing trading con IQ Option

Sarebbe bello poter contare su un broker che permette di iniziare con un capitale basso e investimenti minimi che partono da 1 Euro. Sarebbe bello anche poter mettere in pratica le tecniche di swing trading senza rischiare di perdere il proprio capitale, magari con un account di prova gratuito.

Ma non parliamo più al condizionale perché tutto questo è possibile grazie a IQ Option, una piattaforma dalla quale potrai investire sui tutoli più solidi al mondo tramite una serie di funzionalità semplici ed efficaci.

Clicca qui ed entra a far parte della community di IQOption per gettare le basi del tuo successo negli investimenti!

Swing trading con ForexTB

Gli utenti che decidono di fare swing trading con ForexTB hanno a disposizione una piattaforma di trading innovativa e a misura di trader dalla quale potranno analizzare i vari grafici usando tutti li indicatori disponibili.

In più, se ancora hai dubbi sulle dinamiche dello swingtrading, potrai risolverle usufruendo delle incredibili risorse formative offerte da questo broker. Dal glossario del trader alla spiegazione delle varie tipologie di analisi, qui ci sono tutte le informazioni di cui hai  bisogno.

Fai il tuo swing trading consapevole e apri subito un conto su ForexTB cliccando qui!

Swing trading con Trade.com

Trade.com è un’altra piattaforma di spicco che offre un numero impressionante di asset su cui investire e fare swing trading. Questo broker, regolamentato su più fronti a livello europeo e non solo, offre ai suoi iscritti quella che potremmo definire un’esperienza di trading a 360°, con una miriade di funzionalità disponibili su più dispositivi.

Swing trading
Fonte: Trade.com

Scopri il suo WebTrader oppure investi direttamente con MetaTrader 4 e usufruisci di spread ridotti e zero commissioni. La varietà di grafici offerti giocherà a tuo vantaggio per mettere a punto la tua strategia di swing trading.

Per aprire un account su Trade.com bastano 2 minuti! Clicca qui e procedi!

Swing trading – Domande Frequenti

Lo swing trading è indicato per tutti i trader ma lo consigliamo soprattutto ai principianti per via della sua facile comprensione e per il fatto che non richiede l'impiego di grandi capitali.
Significa monitorare sulle oscillazioni e investire a lungo termine ogni qual volta si riscontra una tendenza duratura.
La risposta a questa domanda è senz'altro sì. Tuttavia, lo swing trading va per la maggiore nel forex trading.
Sicuramente il primo vantaggio sta nel fatto che non serve impiegare capitali elevati. Il secondo sta nel fatto che consente di incassare profitti bassi ma costanti e il terzo risiede nel suo ritmo meno frenetico rispetto al trading intraday.

Conclusioni

Ora che abbiamo preso in esame tutti i vari aspetti dello swing trading, non ci resta che riepilogarli per concludere l’articolo e tracciare un filo conduttore che ti permetta di assimilarli al meglio.

Lo swing trading è una tecnica di investimento molto semplice e adatta anche a chi non ha ancora molta esperienza. Il fulcro di questa tecnica, che funziona al meglio nel forex (quindi sui mercati valutari), è l’osservazione dei grafici per rilevarne oscillazioni e tendenze. Nel momento in cui si individua una tendenza forte, sia al rialzo (bullish) che al ribasso (bearish), si manifesta un segnale d’entrata.

A quel punto, possiamo aprire la nostra posizione e mantenerla operativa nel lungo termine, che può durare fino a una settimana o, in alcuni casi, anche di più. Inoltre, per automatizzare l’intero processo potremmo servirci degli ormai celebri strumenti di stop loss e take profit, sempre consigliatissimi per chi ha a cuore la gestione dei rischi.

Ci auguriamo che la lettura di questa guida ti sia stata utile per approfondire, o conoscere da zero, lo swing trading. Se pensi di aver capito tutto ma non ti senti ancora pronto a mettere in atto quanto appreso nel mercato reale, ricordati che puoi aprire un account demo quando vuoi tramite uno dei migliori broker del settore.

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)